Posizione:
TECH-MASTERS ItaliaLa posizione è in fase di modifica
  • TECH-MASTERS Austria
  • TECH-MASTERS Germany
  • TECH-MASTERS Czech
  • TECH-MASTERS Poland
  • TECH-MASTERS Slovakia
  • TECH-MASTERS Croatia
  • TECH-MASTERS Hungary
  • TECH-MASTERS Romania
  • TECH-MASTERS Slovenia
  • TECH-MASTERS Italia
  • TECH-MASTERS Group

Caffecalc

CAFFECALC è una combinazione bilanciata di acido
fosforico e citrico in grado di rimuovere facilmente
contaminazioni di calcare; non contiene acidi
volatili pericolosi quali l’acido cloridrico e quindi
ha una limitata emissione di vapori. E’ un prodotto sicuro che non attacca acciaio, rame, ferro, bronzo (non può essere usato su superfici galvanizzate). Su alluminio (e sue leghe) e zama possono verificarsi annerimenti superficiali.

  • Rimuove facilmente contaminazioni di calcare
  • Non contiene acido cloridrico
  • Ha una limitata emissione di vapori
  • Non attacca acciaio, rame, ferro, bronzo
  • Rimuove anche le ossidazioni

  • Dati tecnici
  • Applicazioni ed uso
  • Download

Aspetto: liquido
Colore: giallo paglierino
PH: < 1
Odore: caratteristico
Densità: circa 1,20-1,25 gr/l
Punto di infiammabilità:

Contiene: acido fosforico inibito
Termostabile: da -30°C a +100°C
Confezione: taniche da 30 kg
Stoccaggio: in ambiente fresco e asciutto per
12 mesi.

  • Applicazione: ideale su caldaie, circuiti di scambio termico, bollitori e piccole caldaie specificatamente quelle dei distributori automatici del caffè; serpentine, resistenze, lavatrici industriali, valvole; gli utilizzatori in genere sono: industrie, settore alimentare, imoianti energetici, ospedali, alberghi, comunità; manutenzione dei distributori automatici, compagnie elttriche, frigorifere, minerarie e di perforazione; oleodotti, ecc...
  • Utilizzo: La superficie deve essere priva di contaminazioni oleose o grasse. Aggiungere CAFFECALC all’acqua e non viceversa (reazione esotermica con possibilità di schizzi). La temperatura accelera il processo. Quando usato in lavatrici ad ultrasuoni, diminuisce in maniera esponenziale il tempo di trattamento. Materiale atto a contenerlo AISI 316 e 316Ti. Alla fine del trattamento, risciacquare con acqua. La concentrazione di utilizzo varia a seconda della quantità di contaminante da rimuovere (8-10% in lavatrici ad ultrasuoni).

Caffecalc

CAFFECALC è una combinazione bilanciata di acido
fosforico e citrico in grado di rimuovere facilmente
contaminazioni di calcare; non contiene acidi
volatili pericolosi quali l’acido cloridrico e quindi
ha una limitata emissione di vapori. E’ un prodotto sicuro che non attacca acciaio, rame, ferro, bronzo (non può essere usato su superfici galvanizzate). Su alluminio (e sue leghe) e zama possono verificarsi annerimenti superficiali.

  • Rimuove facilmente contaminazioni di calcare
  • Non contiene acido cloridrico
  • Ha una limitata emissione di vapori
  • Non attacca acciaio, rame, ferro, bronzo
  • Rimuove anche le ossidazioni

  • Dati tecnici
  • Applicazioni ed uso
  • Download

Aspetto: liquido
Colore: giallo paglierino
PH: < 1
Odore: caratteristico
Densità: circa 1,20-1,25 gr/l
Punto di infiammabilità:

Contiene: acido fosforico inibito
Termostabile: da -30°C a +100°C
Confezione: taniche da 30 kg
Stoccaggio: in ambiente fresco e asciutto per
12 mesi.

  • Applicazione: ideale su caldaie, circuiti di scambio termico, bollitori e piccole caldaie specificatamente quelle dei distributori automatici del caffè; serpentine, resistenze, lavatrici industriali, valvole; gli utilizzatori in genere sono: industrie, settore alimentare, imoianti energetici, ospedali, alberghi, comunità; manutenzione dei distributori automatici, compagnie elttriche, frigorifere, minerarie e di perforazione; oleodotti, ecc...
  • Utilizzo: La superficie deve essere priva di contaminazioni oleose o grasse. Aggiungere CAFFECALC all’acqua e non viceversa (reazione esotermica con possibilità di schizzi). La temperatura accelera il processo. Quando usato in lavatrici ad ultrasuoni, diminuisce in maniera esponenziale il tempo di trattamento. Materiale atto a contenerlo AISI 316 e 316Ti. Alla fine del trattamento, risciacquare con acqua. La concentrazione di utilizzo varia a seconda della quantità di contaminante da rimuovere (8-10% in lavatrici ad ultrasuoni).